Nelle scorse settimane abbiamo parlato dei nuovi processori intel Core i7 in arrivo a breve, ma non dimentichiamoci però degli altri modelli! Infatti l’azienda ha intenzione di rilasciare, per la prima volta, la gamma di processori Pentium dotati di HyperThreading, permettendo un ampio margine di miglioramento delle prestazioni rispetto alle precedenti versioni. Dal web iniziano ad arrivare già alcuni dettagli su questa  funzionalità, di sicuro Intel ha voluto dare una botta di vita ai processori di fascia bassa.

cpu pentium

In queste specifiche possiamo vedere il numero totale di Core a disposizione.

Fino ad oggi i Processori Intel pentium sono sempre stati dei normali Dual Core che riuscivano a svolgere carichi medi e leggeri senza troppe pretese, ad un consumo ridotto e scaldando poco; proprio per questo era la scelta ideale per i PC di uso in ufficio, essendo anche delle soluzioni piuttosto economiche. Ma con la prossima serie di prodotti, basati sulla nuovissima architettura Kaby Lake, avremo per la prima volta la tecnologia HyperThreading anche nella fascia entry level. Una scelta forse dettata da una richiesta di mercato che necessitava di maggiori prestazioni da questi modelli, in vista anche dei processori AMD Ryzen che sembrano promettere molto bene. Usciranno quindi nuovi CPU con due core fisici e quattro logici, proprio come succede con gli attuali Intel Core i3. L’azienda per evitare di penalizzare questi, ha deciso di eludere il supporto alle istruzioni AVX2 ai processori Pentium, limitando in modo sostanziale le prestazioni in ambiti di video editing e conversione video, ma non relativa al gaming. Sembra che nessuno sia in grado di supportare margini di overclock, ma sappiamo che questi nuovi prodotti potrebbero avere molto successo. In attesa di maggiori informazioni vi consigliamo di rimanere connessi con noi per non perdere nessuna novità dal mondo del hardware gaming.

A proposito dell'autore

Simone è un grande appassionato di videogiochi fin da bambino. Si affaccia per la prima volta a questo mondo durante i primi anni del 2000 quando si ritrova impressionato da Flight Simulator davanti ad un PC, capendo subito che simulatori e tecnologia fanno per lui. È presto passato al mondo delle console e si è reso conto che gli sparatutto e gli action game sono i suoi generi preferiti, ma non si fa problemi a cambiare e provare qualsiasi videogioco.

Post correlati